Dettagli news

Data di pubblicazione: 05/05/2021
Titolo: UOC Gestione Personale Dipendente: Avviso interno per il conferimento di incarico dirigenziale – UOSD Emodinamina del P.O. di Patti, scadenza 18 – 05 – 2021
Descrizione:

AVVISO INTERNO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DIRIGENZIALE

UOSD EMODINAMICA DEL P.O. DI PATTI

PREMESSO che questa Azienda ha adottato il nuovo assetto organizzativo mediante l’approvazione in via definitiva dell’Atto aziendale giusta deliberazione n. 558/DG del 02.03.2020, giusto D.A. n. 112/2020 del 19.02.2020;

CHE nel vigente Atto Aziendale è prevista tra l’altro l’UOSD Emodinamica del P.O. di Patti;

CHE risulta vacante l’incarico di responsabile dell’UOSD Emodinamica del P.O. di Patti;

RITENUTO pertanto, al fine di garantire la funzionalità della struttura ed i compiti istituzionali cui la stessa è preposta, di dover individuare il responsabile e conferire l’incarico di cui all’art 19 lc. 8 lettera b) del CCNL Area Sanità;

VISTO l’art. 19, comma 8, lett. b), del CCNL dell’Area sanità (2016/2018);

E’ INDETTO AVVISO INTERNO

per il conferimento dell’incarico di direzione medica semplice a valenza dipartimentale di Emodinamica del P.O. di Patti.

Per la partecipazione all’avviso i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti di ammissione:

  1. Anzianità di cinque anni di servizio presso il SSN;

  2. Valutazione positiva del collegio Tecnico ai sensi dell’art. 57, comma 2;

Tutti i requisiti di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza dell’avviso interno.

Le domande di ammissione alla selezione, redatte in carta libera, datate e sottoscritte indirizzate al Direttore Generale dell’ ASP di Messina, con la relativa documentazione, dovranno essere presentate esclusivamente a mezzo PEC personale al seguente indirizzo: concorsi@pec.asp.messina.it entro e non oltre 18/05/2021.

Il termine fissato per la presentazione della domanda e della documentazione correlata è perentorio, l’eventuale riserva d’invio successivo di documenti è privo di effetti.

Nella domanda di partecipazione i candidati dovranno obbligatoriamente dichiarare, sotto la propria disponibilità e consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art 76 del DPR 445/2000, per il caso di dichiarazioni mendaci e falsità in atti, il possesso dei requisiti previsti e ogni altro elemento ritenuto utile ai fini del conferimento dell’incarico, allegando alla domanda stessa il proprio curriculum professionale.

In particolare, i candidati dovranno presentare ogni atto a dimostrare la capacità professionale dell’aspirante all’incarico, l’esperienza acquisita in precedenti incarichi svolti, anche in altre aziende, in relazione all’incarico da affidare.

Il suindicato incarico, è conferito dal Direttore Generale al Dirigente, su proposta scritta e motivata del Direttore di Dipartimento nel rispetto del CCNL vigente.

Per la formulazione della proposta il Direttore del Dipartimento sentiti i Direttori delle Strutture complesse di afferenza al dipartimento dovrà tenere conto dei seguenti criteri:

  1. Valutazioni riportate in base alle modalità di verifica previste dal vigente CCNL;

  2. Area e disciplina o profilo di appartenenza;

  3. Attitudini personali e capacità professionali del singolo dirigente sia in relazione alle conoscenze specialistiche nella disciplina di competenza che all’esperienza già acquisita in precedenti incarichi svolti anche in altre aziende o esperienze di studio, ricerca o professionali presso istituti di rilievo nazionale o internazionale;

  4. Risultati conseguiti in rapporto agli obiettivi assegnati a seguito della valutazione annuale di performance organizzativa e individuale da parte dell’OIV ai sensi dell’art. 57, comma 4;

  5. Del criterio della rotazione, ove applicabile

  6. Valutazione del curriculum e dell’iter formativo e professionale.

I criteri d cui sopra sono integrati da elementi di valutazione che tengano conto delle capacità gestionali con particolare riferimento al governo del personale, ai rapporti con l’utenza, alla capacità di correlarsi con le altre strutture e servizi nell’ambito dell’organizzazione aziendale, nonché dei risultati ottenuti con le risorse assegnate.

Per la formulazione della proposta d’incarico, il Direttore di Dipartimento dovrà avvalersi della collaborazione di due Direttori di Struttura Complessa individuati dal Comitato del Dipartimento interessato.

La proposta d’incarico è trasmessa dal Direttore del Dipartimento al Direttore Generale unitamente ad una scheda di valutazione compilata per ciascun dirigente che sia stato valutato ai fini del conferimento dell’incarico.

Il Direttore Generale valuta la proposta del Direttore di Dipartimento ed ove la proposta non risulti idonea all’incarico, viene redatto parere difforme. Il parere difforme è motivato per iscritto al Direttore del Dipartimento che viene invitato a ripetere la procedura.

L’incarico in questione ha durata di cinque anni e non superiore a sette. La durata può essere inferiore se coincide con il conseguimento del limite di età per il collocamento a riposo dell’interessato.

In caso di assenza o impedimento del Dirigente Responsabile di Struttura Semplice a valenza Dipartimentale, valgono le disposizioni di cui all’art 19 del CCNL.

Nel conferire l’incarico il Direttore Generale deve valutare in particolare le attitudini personali e le capacità professionali dei singoli dirigenti in relazione alle attribuzioni ed ai compiti connessi con l’incarico stesso.