Promozione del Benessere Psico-Sociale


Prevenzione del Disagio psichico infantile,
adolescenziale e giovanile

REFERENTI

Dr. Carlo Toscano

Email: carlo.toscano@asp.messina.it

PREMESSA

Popolazione scolastica, giovanile, adulta afferente ad almeno 1 Istituto scolastico tra le scuole secondarie di I e II grado di ogni Distretto Sociosanitario.

DESTINATARI

Rafforzare le capacità di resilienza e promozione dei processi di emporwerment personali e sociali. Identificare tempestivamente i soggetti con problemi emozionali e/o comportamentali e di disagio sociale.

OBIETTIVO

Promozione e potenziamento dei fattori di protezione e adozione di comportamenti sani nella popolazione giovanile.
Definizione di percorsi per la presa in carico precoce dei soggetti in età preadolescenziale, adolescenziale e giovanile a rischio di disagio mentale.
Attivazione di tutte le dinamiche di controllo del rischio di suicidio individuabili nel setting scuola.


Prevenzione Disturbi Alimentari in adolescenza “Voltacarta”

REFERENTE

Dott.ssa R. Mangiapane

Tel. 090 3653258

Email: rossana.mangiapane@asp.messina.it

PREMESSA

I primi sintomi dei Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione insorgono in età evolutiva (età inferiore ai 18 anni); in letteratura scientifica il tasso di incidenza tende ad aumentare mentre l’età di insorgenza tende sempre più ad abbassarsi, coinvolgendo in particolare la fase della pre-adolescenza.

E’ ampiamente documentata l’importanza della prevenzione secondaria , il precoce riconoscimento della problematica , in quanto l’inizio del trattamento adeguato il più possibile vicino ai primi segnali è associato ad una prognosi più favorevole.

L’obiettivo specifico di un programma di prevenzione secondaria è quello dunque di mettere in atto tutti i meccanismi che favoriscono una individuazione precoce del potenziale rischio di ammalarsi di uno di questi disturbi diminuendo il periodo di tempo che intercorre tra diagnosi ed inizio del trattamento.

A tale scopo si propone un progetto di formazione e aggiornamento mirato a creare riferimenti reciproci tra agenzie scolastiche e sanitarie.

DESTINATARI

Genitori e/o docenti Gruppo classe: II e III classi scuola secondaria di primo grado. I e II classi scuola secondaria di secondo grado.

OBIETTIVO

Apprendere e conoscere le problematiche legate ai DCA.

Affinare la capacità di riconoscimento dei primi segnali di rischio e la lettura del disagio adolescenziale.

Acquisire strumenti finalizzati ad amplificare la capacita di ascolto . Favorire il confronto con i modelli, le pressioni, i miti, veicolati dal gruppo dei pari.

Avviare la costruzione di una “rete di avvistamento.

METODOLOGIA DEGLI INTERVENTI

Tre incontri, di due ore ciascuno, effettuati a due settimane di distanza uno dall’altro.